Master biennale internazionale di secondo livello CULTURE DEL PATRIMONIO

info utili

Gli studenti che intendono iscriversi al Master biennale indicano, già nella domanda di ammissione, l’opzione del primo anno tra canale A e canale B. Al termine del primo anno, la segreteria del Master rilascia un attestato del percorso formativo seguito (canale A o canale B). Gli studenti iscritti al Master biennale possono, entro la fine del primo anno, presentare istanza di passaggio al Master internazionale di II livello in Restauro architettonico e cultura del patrimonio o al Master II livello in Management-Promozione-Innovazioni tecnologiche nella gestione dei beni culturali e conseguire il relativo titolo annuale previa definizione di una eventuale integrazione del contributo d’iscrizione, deliberata dal Consiglio del Master prescelto.

Gli studenti che hanno conseguito il diploma del Master internazionale di II livello in Restauro architettonico e cultura del patrimonio o del Master II livello in Management-Promozione-Innovazioni tecnologiche nella gestione dei beni culturali, oltre a quelli che hanno conseguito il titolo dei Master di Roma Tre indicati nel paragrafo Riconoscimento delle competenze pregresse, possono iscriversi direttamente al secondo anno del Master biennale in Culture del patrimonio, secondo le modalità descritte nel paragrafo citato.

Gli studenti che hanno conseguito un Master di II livello su tematiche affini presso altre Università potranno richiedere il riconoscimento dei crediti per l’iscrizione al Master biennale. ll Consiglio del Master valuterà le candidature e accorderà in base ai crediti riconosciuti una eventuale riduzione del percorso formativo e delle tasse d’iscrizione.

Per gli allievi dipendenti pubblici, il progetto formativo si potrà sviluppare anche mediante un project work legato in modo coordinato sia all’attività didattica frontale, sia all’attività laboratoriale, sia allo svolgimento di attività di ricerca (anche presso soggetti esterni) e alla redazione di un elaborato finale, sempre nell’ambito di un progetto di lavoro concordato con l’Amministrazione di appartenenza e/ o altra Amministrazione.

È previsto un limite massimo di 10 uditori al II anno, dei quali 4 posti sono riservati a dipendenti del MiBACT e 4 posti sono riservati a dipendenti della Sovrintendenza Capitolina, previa selezione da parte Consiglio del Master in base al curriculum.

Per i dipendenti del MiBACT e della Sovrintendenza Capitolina è prevista una riduzione del 15% sull’importo della tassa di iscrizione all’intero master.